Jazz nel pomeriggio

venerdì 15 dicembre 2017

I Didn’t Know What Time It Was – Stars Fell On Alabama (Billie Holiday) RELOAD

Reload dal 28 maggio 2015. 

 Le registrazioni ultime di Billie Holiday sono difficili da ascoltare se non subisci il fascino del decadimento, fascino cattivo e perverso.

 Tuttavia non in questo disco del 1957 quanto nel successivo Columbia «Lady In Satin», un disco tetro e brutale, un’azione vile contro la povera cantante; Norman Granz, produttore di questo disco Verve, non l’avrebbe mai commessa. In I Didn’t Know What Time It Was, che fra l’altro è una delle mie canzoni preferite, la voce ispessita e a momenti roca di Billie, giusta le premesse del verse («Once I was young / But never was naive (…) And now I know I was naive»), va espressivamente a segno, mentre dietro le parole sciocchine di Stars Fell On Alabama ci fa intuire una back story più interessante.

 Sulla qualità degli accompagnatori non servirà che dica nulla.

 I Didn’t Know What Time It Was (Rodgers-Hart), da «Songs For Distingué Lovers», Verve. Billie Holiday con Harry «Sweets» Edison, tromba; Ben Webster, sax tenore; Jimmy Rowles, piano; Barney Kessel, chitarra: Red Mitchell, contrabbasso; Alvin Stoller, batteria. Registrato il 4 gennaio 1957.

 Stars Fell On Alabama (Perkins-Parish), ib. ma Joe Mondragon, contrabbasso, al posto di Mitchell; Larry Bunker, batteria, al posto di Stoller. Registrato l’8 gennaio 1957.

4 commenti:

Paolo il Lancianese ha detto...

Dimmi pure perverso, ma io quel fascino perverso lo avverto sempre... Ascoltarla dà sempre una grande emozione. E in questo disco il livello è ancora comunque alto.

Paolo il Lancianese ha detto...

Buon Natale, Marco! E a tutti gli amici di JnP!

Anonimo ha detto...

Buon Natale a Marco e a tutti voi! Ermes

Anonimo ha detto...

Marco Marco, speriamo tu stia bene e che ritorni presto a tanta bella musica! Buon 2018 a tutti!
Alberto