Jazz nel pomeriggio

mercoledì 6 settembre 2017

Close As Pages In A Book (Jimmy Knepper)

 Tromboni, Jimmy Knepper. Un paio di settimane fa ti ho fatto sentire un altro grande trombonista, Frank Rosolino, del quale per certi versi Knepper è l’opposto, per sonorità, per intenti, per orizzonte espressivo.

 La sonorità di Rosolino, come quella dei trombonisti del jazz «classico», era ricca e variegata, quella di Knepper al confronto è blanda e uniforme; il fraseggio spontaneamente bebop di Rosolino si adattava alle risorse dello strumento come una mano al guanto, il fraseggio capziosamente bebop di Knepper sembra a momenti volerle pervicacemente ignorare.

 Certo, poi uno non è per niente il trombonista preferito di Mingus.

 Close As Pages In A Book (Romberg-Fields), da «A Swinging Introduction to Jimmy Knepper», Betlehem VICJ-61473. Gene Roland, tromba; Jimmy Knepper, trombone; Bill Evans, piano; Teddy Kotick, contrabbasso; Dannie Richmond, batteria. Registrato nel settembre 1957.

4 commenti:

Paolo il Lancianese ha detto...

E meno male che era il suo preferito, altimenti ci cascava il morto!

loopdimare ha detto...

eh si. un bel pugno e poi un processo. poi Knepper è diventato direttore artistico della Mingus Dinasty...

Marco Bertoli ha detto...

Chi ama odia, chi disprezza compra, each man kills the things he loves, etc

loopdimare ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=mS9U75YC-jA